Blog: http://generazionep.ilcannocchiale.it

TORTURARE UNO STAGISTA DIVENTA UN GIOCO VIRTUALE di Marco Patruno

  

Seviziare, abusare, compiere ogni atto di brutalità e violenza nei confronti di uno stagista diventa un terrificante gioco o reality virtuale. Ognuno di voi da casa potrà scegliere tra l'11 ottobre o il 12 ottobre 2012 di infierire su un povero stagista. Voi credete che io stia scherzando? Lo vorrei tanto, ma devo deludervi.


La perversa idea proviene dagli Stati Uniti e si chiama “INTERN ABUSER” è un sito che permette ai visitatori provenienti da tutto il mondo di abusare fisicamente e mentalmente dello sfortunato stagista comodamente dal proprio ufficio o da casa utilizzando il potere sadico del proprio browser internet personale. Gli utenti possono registrarsi e scegliere una vasta possibilità di torture da infierire sullo stagista. E' possibile anche non partecipare e assistere al macabro reality virtuale in diretta. http://www.internabuser.com/#section-3 http://www.youtube.com/watch?v=g2R60sbOShM&feature=BFa&list=UUBpDNEqpK_j7v8RXCjOBOZg


Chi sono gli organizzatori di questa sorta di reality virtuale? Il gruppo e la società si fa chiamare Neo-Pangea e si definiscono una “élite di assassini creativi assetati di innovazione disposti ad applicare la loro creatività, coraggio, strategie per i marchi e le cause di tutto il mondo....” La società è situata a Reading in Pennsylvania. http://www.neo-pangea.com/ http://en.wikipedia.org/wiki/Neo-Pangea e si occupa sostanzialmente di marketing per diverse realtà internazionali e hanno ricevuto anche diversi premi nel settore.


Insomma, il reality virtuale INTERN ABUSER dove uno stagista viene seviziato dagli internauti dovrebbe essere una sorta di trovata pubblicitaria messa in atto da dei giovani esperti creativi del marketing. Ovviamente ciò non lo trovo più consolatorio, ma un fenomeno ancora più inquietante perché quando il marketing fa uso e legittima la violenza può incidere in profondità sulla coscienza dei giovani, ma anche dei meno giovani.


Tutti abbiamo ancora in mente la strage di Denver dove il 24 enne James Holmes fece fuoco durante alla prima di Batman e uccise dodici persone. Il dolore e l'indignazione ha coinvolto milioni di persone, dobbiamo però indignarci e vergognarci anche di giochi come INTERN ABUSER dove per scopi pubblicitari e di marketing si armano le menti degli individui.






CHI SONO

Mi chiamo Marco Patruno e sono l'autore e curatore del blog Generazione P (precaria) nato nel ottobre 2007 per documentare la condizione giovanile sul mercato del lavoro. Attualmente sono responsabile della distribuzione in Piemonte della rivista di lavoro, formazione e attualità Walk on Jobhttp://www.walkonjob.it/e per passione curo eventi culturali. Mi trovate e potete seguirmi anche su faceboook http://www.facebook.com/marco.patrunogenerazionepoppure o su twitter https://twitter.com/#!/generazionep

COME AIUTARE GENERAZIONE P

Ci sono tanti modi per aiutare Generazione P, per esempio, se sei d'accordo per quello che scrivo puoi condividere i miei articoli su facebook, twitter o sui socialnetwork che frequenti oppure mi puoi segnalare notizie, progetti, iniziative, storie al mio indirizzo e-mailgenerazionep@libero.itprovvederò a visionarli ed eventualmente pubblicarli sul blog. Inoltre, se ritieni opportuno è possibile fare una donazione volontaria a sostegno della mia attività al numero 4023 6005 662 tramite carta postepay e recandoti presso un ufficio postale.





Pubblicato il 10/9/2012 alle 8.47 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web