.
Annunci online

generazionep
14 gennaio 2015

PAGARE 387 EURO PER FARE UNO STAGE: IL CASO DELLA FONDAZIONE CIVITATIS INTERNATIONAL

Per fare gli stagisti si può arrivare a pagare e anche profumatamente. Può sembrare un assurdità, una utopia. In realtà un recente scandalo avvenuto nel Regno Unito dimostra che è una tragica realtà. Il giornale The Guardian riporta infatti un caso interessante.

Tonia de Grunwald fondatrice del blog Graduate Fog che si occupa di denunciare le condizioni di sfruttamento dei giovani sul mercato del lavoro ha puntato il dito contro un associazione che si chiama Civitatis International che si tratta di una fondazione privata impegnata nella promozione della pace, del dialogo e della cooperazione tra le nazioni e le civiltà.http://www.theguardian.com/education/2015/jan/10/thinktank-interns-charged-300-pounds-job-reference

http://graduatefog.co.uk/

La fondazione gestita da Jan Mortier, ex consulente di un deputato liberal democratico chiedeva ai suoi stagisti di pagare 300 sterline per le referenze lavorative. Gli stage non erano retribuiti. Insomma questi stagisti per formarsi dovevano pagare una somma di denaro. Fino ad un anno fa la fondazione di Jan Mortier gestiva un programma per apprendisti dove i ragazzi dovevano pagare oltre 2000 euro per tre mesi di esperienza presso la loro segreteria internazionale a Londra.


L'attivista Tonia de Grunwald ha dichiarato: “...L’impiego di stagisti non retribuiti è già abbastanza grave, ma chiedere loro di pagare per una referenza quando è terrificante...Ci rassicurano che il mercato del lavoro per i laureati è in ripresa ma questo caso dimostra che ci sono ancora angoli oscuri nei quali, datori di lavoro senza scrupoli cercano di approfittare della disperazione e dell’ingenuità dei giovani in cerca di lavoro...”


Tonia de Grunwald ha ragione, ci sono oggi imprenditori senza scrupoli che anche in nome di principi nobili come la cooperazione, la pace, la condivisione, la visibilità, la partecipazione civile sono pronti a sfruttare senza scrupoli la forza lavoro altrui. Sono imprenditori che sfruttano l'estremo bisogno di lavoro di milioni di giovani. Ma va detto che questi imprenditori sono anche il sintomo di un sistema complessivamente malato

L'attivista sottolinea l'enorme crescita degli stage nel suo paese, è anche in Italia non scherziamo e stiamo assistendo silenziosi e impotenti ad una pericolosa deriva. Mi riferisco a quel fenomeno che si chiama stagizzazione del mercato del lavoro. Gli stage stanno sostituendo progressivamente i contratti di lavoro anche quelli precari e si rivolgono ad una platea sempre più ampia di persone, e non soltanto giovani. Gli stage produrranno una massa disperata di persone che non potranno rivendicare uno stipendio, dei sussidi in caso di disoccupazione e tanto meno una pensione futura.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------

Vuoi lasciarmi la tua testimonianza? una tua opinione?  Scrivimi a generazionep@libero.it  Se vuoi farmi, invece, una propormi un offerta di lavoro puoi contattarmi a marcopatruno1980@libero.it 



dicembre        febbraio
in evidenza

29 dicembre 2010 La fine dell'anno La fine dell'anno è arrivata. Il primo decennio del  XXI secolo si è concluso. Ho riascoltato i discorsi di fine anno dei nostri Presidenti della Repubblica. Qualcuno leggeva altri andavano a memoria. Gli argomenti? Disoccupazione, emigrazione, terrorismo, studenti, assassini comuni e politici.  la costanza di tali elementi  mi è ... (continua) Leggi tutto

chi sono
generazionep
I libri per chiarelettere

I nuovi mostri
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

Italiopoli
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

prossimi appuntamenti
Tutti gli appuntamenti
archivio



Blog letto 1131791 volte
bacheca