.
Annunci online

generazionep
14 novembre 2016

OPERATORI CALL CENTER SFRUTTATI A 2.5 EURO ALL' ORA SENZA CONTRIBUTI E ASSICURAZIONE

La vicenda è stata riportata da diversi quotidiani del sud. Una azienda di servizi facente capo ad una importante società di telefonia fissa e mobile sfruttava una massa di giovani lavoratori. Gli operatori e operai del call center venivano pagati a 2.5 euro all'ora, non ricevano contributi e alcuna assicurazione. La famosa azienda di telefonia a smentito di avere rapporti con questa società.


Tra gli aspetti più interessanti della vicenda è che gli sfruttatori – gestori della azienda erano ex dipendenti, o meglio ex operatori call center. Gli sfruttati di un tempo si sono trasformati a loro volta in sfruttatori. Una sorta di sindrome di Stoccolma la mutati da schiavi in aguzzini, ma la domanda che sorge spontanea è: come si può passare da una parte all'altra della trincea?


Chi è stato operatore call center sa benissimo che questa possibilità è tutt'altro che remota. Prima di tutto i cosiddetti Team leader, che hanno il compito di super visionare il lavoro di un gruppo di operatori, sono stati a loro volta operatori call center. Difficilmente una azienda di servizi incarica del personale esterno che non abbia avuto alcuna esperienza della “trincea” e cosi via formatori, vice capi ecc sono spesso persone giovanissime che sono stati un tempo sfruttati a loro volta.


Inoltre, lavorare in un call center significa fare un lavoro totalizzante. Quando mi capita di essere invitato nei convegni dico sempre una frase per descrivere che cosa significa lavorare in “trincea.” Nei call center l'individuo diventa macchina, l'uomo, la donna diventano robot. La tua coscienza si fonde con lo schermo del computer, il tuo sguardo rimane incollato sulla “barra degli strumenti” che ti fornisce una serie di parametri come la durata delle chiamate, il numero delle telefonate che sono in attesa ecc Questa “barra degli strumenti” è anche una misura in diretta della tua performance.


Prima di iniziare a lavorare come operatore call center di solito si fa un corso di pre-assunzione che può durare da una settimana fino a quindici giorni a seconda del grado di strutturazione della realtà per il quale si va lavorare. L' obbiettivo esplicito del corso è insegnarti le armi del mestiere, ma quello più latente è principalmente di tipo motivazione. Tu non vendi un servizio, tu stesso diventi “il servizio.” Diventi un giovane ideologicamente pronto per la trincea pena l'eliminazione ancora prima di iniziare.

Un altro aspetto interessante della vicenda, è che la famosa società di telefonia di telefonia fissa e mobile si dichiara estranea ai fatti perché dice “non è una nostra società.” E per certi versi potrebbe avere anche ragione (e allo stesso tempo torto.) Di solito la vendita di pacchetti telefonici vengono gestiti operativamente da aziende di servizi terze che formalmente non appartengono a tale società e si “aggiudicano” la vendita di tali servizi per tre, cinque anni a seconda degli accordi.


I controlli effettuati dalle società di telefonia ci sono anche verso queste società di servizi terze ma sono del tutto sporadiche e non credo che tali controlli sono volti ad accertare la salute dei operai call center. Coloro che lavorano nei call center se ne accorgono per il semplice motivo che ti vedi aggirare in trincea delle persone in giacca e cravatta di una certa età. Nei call center dove ho lavorato io ci si vestiva in maniera del tutto informale e sportiva, e non si aveva più di 35 anni.



SEI UN OPERATORE CALL CENTER? OPPURE HAI LAVORATO IN UN CALL CENTER? RACCONTA LA TUA TESTIMONIANZA SCRIVENDOMI A GENERAZIONEP@LIBERO.IT



ottobre        dicembre
in evidenza

29 dicembre 2010 La fine dell'anno La fine dell'anno è arrivata. Il primo decennio del  XXI secolo si è concluso. Ho riascoltato i discorsi di fine anno dei nostri Presidenti della Repubblica. Qualcuno leggeva altri andavano a memoria. Gli argomenti? Disoccupazione, emigrazione, terrorismo, studenti, assassini comuni e politici.  la costanza di tali elementi  mi è ... (continua) Leggi tutto

chi sono
generazionep
I libri per chiarelettere

I nuovi mostri
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

Italiopoli
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

prossimi appuntamenti
Tutti gli appuntamenti
archivio



Blog letto 1158213 volte
bacheca