.
Annunci online

generazionep
27 ottobre 2011

BUFERA SUL PD: STAGISTI CHE DEVONO AVERE UNA GENERALE CONDIVISIONE DELLE IDEE DEL PARTITO di Marco Patruno

 

Per informazioni e per raccontare la tua storia puoi scrivermi a generazionep@libero.it

Una delle notizie segnalate da una mia lettrice è che il Pd cercherebbe dei grafici – creativi dove è previsto un rimborso spese di 400 euro. Il team sarebbe composto da un gruppo di ragazzi di età non superiore a 27 anni e che dovranno svolgerebbe questo stage presso la sede nazionale del Pd in via Sant'Andrea delle Fratte. Oltretutto nell'annuncio c'è un particolare non cosi' insignificante: LO STAGISTA/I dovranno avere interesse per le tematiche sociali e politiche ma devono“ AVERE UNA GENERALE CONDIVISIONE DELLE IDEE DEL PARTITO.”


 


 

Ecco. Quest'ultimo particolare è quello che mi ha suscitato la maggior indignazione. Ammettiamo che io sia un giovane neo-laureato aspirante stagista, ma simpatizzo per esempio per il popolo delle libertà o i radicali (non è vero, ma ammettiamo) significa che io all'interno del PD non potrò mai fare uno stage o lavorare? Questo per me non è il massimo della democraticità. Stiamo parlando di lavoratori/stagisti o di militanti di partito?


 

Oltretutto ho letto che la bacheca del Pd è stata inondata dalle critiche e queste critiche sono state cancellate. Perché tutte le volte abbiamo questo vizio di cancellare le voci critiche, il dissenso? Il senso profondo della partecipazione è proprio questo. Confronto che significa anche dialettica, critica e perché no voci diverse. Questa è partecipazione, pluralismo.


 

Certo essere stagisti significa tante altre cose che spesso non diciamo esplicitamente. Le diamo per scontate. Significa non avere un contratto subito, significa rimanere con lo stato di disoccupazione, significa rimandare un lavoro che ci permetta di maturare la nostra pensione futura. Ma la nostra visione è talmente appiattita sul presente che siamo capaci di dire:


 

Una frase del tipo “per me 400 euro sono comodi e mi permettono di mantenermi a Roma.” Quindi arriviamo a difendere l'indifendibile. Diventiamo “avvocati” della disperazione o della sopravvivenza e ci aggrappiamo alle illusioni. C'è molta strada da fare in Italia per la tutela dei giovani e la bufera che ha coinvolto il PD è l'esempio più lampante.


 


 


 


 


 


condividi:
tag: pdstagisti
permalink inviato da generazionep | commenti 0 | Versione per la stampa stampa
settembre        novembre
in evidenza

29 dicembre 2010 La fine dell'anno La fine dell'anno è arrivata. Il primo decennio del  XXI secolo si è concluso. Ho riascoltato i discorsi di fine anno dei nostri Presidenti della Repubblica. Qualcuno leggeva altri andavano a memoria. Gli argomenti? Disoccupazione, emigrazione, terrorismo, studenti, assassini comuni e politici.  la costanza di tali elementi  mi è ... (continua) Leggi tutto

chi sono
generazionep
I libri per chiarelettere

I nuovi mostri
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

Italiopoli
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

prossimi appuntamenti
Tutti gli appuntamenti
ultimi post
archivio



Blog letto 1261157 volte
bacheca